Candle in the Wind

Candle in the Wind

03 giu 2012

Io non ho paura




Ed aspettare è quel segreto che vorrei insegnarti
Matura il frutto e il tuo dolore non farà più male
E adesso alza lo sguardo
Difendi con l’amore il tuo passato
Ed io da qui ti sentirò vicino

Io non ho paura
Io non ho paura

E poi lasciarti da lontano, rinunciare anche ad amare
Come se l’amore fosse clandestino
Fermare gli occhi un istante e poi sparare
In mezzo al cielo il tuo Destino

Per ogni Sogno calpestato ogni volta che hai creduto
In quel sudore che ora bagna la tua schiena
Abbraccia questo vento e sentirai che il mio respiro è più sereno...

Io non ho paura
Di quello che non so capire
Io non ho paura
Di quello che non puoi vedere
Io non ho paura
Di quello che non so spiegare
Di quello che ci cambierà....

8 commenti:

  1. Ottima scelta Scarlett, ma non avevo dubbi che i tuoi gusti fossero così sublimi.

    Mi piace molto la Mannoia, l'ho apprezzata su alcune cazoni piuttosto che atre, come 'come si cambia' e 'ascolta l'infinito'.

    Questo testo è forte, perché la paura dell'amore è sempre fin troppo viva, ma non solo la paura di amare, ma anche quella di vivere, di respirare, di affrontare la vita di petto.

    Pian piano, crescendo, sto capendo realmente che non bisogna avere paura, perché la paura sono i freni della vita, e la vita non può e non deve essere frenata, dobbiamo viverla appieno perché è già fin troppo breve, e bisogna affrontare tutto a testa alta, armandosi di verità e di rispetto...a volte la verità fa male, ma è con essa che si vince le tenebre.


    Ispy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Ispy
      grazie per il tuo apprezzamento, per me questa è una poesia, la Mannoia è una dei pochi veri artisti che restano in un panorama musicale come quello di oggi, pieno di meteore che nascono e muoiono con la stessa, bruciante velocità...

      sì hai detto bene: bisogna armarsi di verità e di rispetto... certo che la verità fa male, fa molto male!, ma è giusto che sia così... non si possono cogliere le Rose senza che le spine ci feriscano!

      Buona domenica caro amico

      Elimina
  2. Conoscevo questa canzone, molto molto bella.
    Io non ho paura... vorrei poterlo dire sempre, e in realtà sono un cacasotto di prima categoria.
    Certo ho un mio coraggio, ma il coraggio a volte manco basta per ogni evenienza.
    Però cerco di fare del mio meglio, sempre.
    A volte pur con tutta la paura, pur sapendo di farmi molto male, nelle cose mi ci butto.
    Dopotutto... avere paura è sentirsi vivi :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo Miki, hai ragione.
      La paura ha molte facce, e questa non è poi così male: provoca una scossa salutare, è elettrizzante e ti fa sentire vivo, nonostante tutto.
      Io non sono mai stata una campionessa, anche se non è esattamente la paura che mi ha bloccata, ma l'orgoglio e una specie di "rispetto" per cose che non mi riguardavano in prima persona.
      Però sai, quando la vita ti dimostra che non hai alternative, devi per forza non avere paura... :-)

      Elimina
  3. "Noi pensiamo che l'audacia sia assenza di paura; è un errore.
    L'audacia non è assenza di paura. L'audacia è una cosa totalmente differente che
    accade dentro, in presenza della paura. Non è assenza di paura.
    L'audacia è la totale presenza di paura, con il coraggio di fronteggiarla."
    OSHO

    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, nessun uomo è immune alla paura.

      Tutti abbiamo paura, fintanto che siamo vivi saremo più o meno soggetti a questa sensazione, che però è anche positiva: la paura nasce come istinto di conservazione della specie, ci fa avvertire "a pelle" che siamo di fronte ad un pericolo.
      Ma l'uomo si è allontanato dal suo sentire "animale" ed ha volutamente ignorato questo campanello d'allarme: secondo me molte nevrosi e molti disagi mentali, che amplificano e distorcono questa sensazione, originano anche dal non seguire quel sano e positivo istinto "animale" che evita di farsi dominare dalla mente, di farsi bloccare dalle rigide gabbie del pensiero... per questo, il contatto con la Natura è fondamentale, per ognuno di noi.

      Ma sto divagando... bentornata Free... grazie per avere condiviso questo pensiero di Osho con noi!

      Ti abbraccio ^_^

      Elimina
  4. Mi è venuto in mente un libro dell'omonimo titolo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì Titti ci ho pensato anche io quando ho ascoltato la canzone per la prima volta! :-)

      Elimina