Candle in the Wind

Candle in the Wind

08 feb 2012

La Via del cuore


La felicità sta alla gioia come una lampada elettrica sta al sole.
La felicità ha sempre un oggetto, si è felici di qualcosa,
è un sentimento la cui esistenza dipende dall'esterno.
La gioia invece non ha oggetto.
Ti possiede senza alcuna ragione apparente,
nel suo essere somiglia al sole,
brucia grazie alla combustione del suo stesso cuore.

Sai qual è l'errore che si fa sempre?
Quello di credere che la vita sia immutabile,
che una volta preso un binario, lo si debba percorrere fino in fondo.
Il destino, invece, ha molta più fantasia di noi.
Proprio quando credi di trovarti in una situazione senza via di scampo,
quando raggiungi il picco della disperazione massima,
con la velocità di una raffica di vento, tutto cambia, si stravolge,
e da un momento all'altro ti trovi a vivere una nuova vita.

Ogni volta che ti sentirai smarrita, confusa,
pensa agli alberi, ricordati del loro modo di crescere.
Ricordati che un albero con molta chioma e poche radici viene sradicato al primo colpo di vento,
mentre in un albero con molte radici e poca chioma la linfa scorre a stento.
Radici e chioma devono crescere in uguale misura,
devi stare nelle cose e starci sopra, solo così potrai offrire ombra e riparo,
solo così alla stagione giusta potrai coprirti di fiori e frutti.

E quando poi davanti a te si apriranno strade e non saprai quale prendere,
non imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta.
Respira con la profondità fiduciosa con cui hai respirato il giorno in cui sei venuta al mondo, 
senza farti distrarre da nulla, aspetta e aspetta ancora.
Stai ferma, in silenzio, e ascolta il tuo cuore.
Quando poi ti parla, alzati e va dove lui ti porta.


S. Tamaro


Le strade del cuore sono tante
ma solo una è la Via per giungere ad esso.


12 commenti:

  1. Io credo che se è destino incrociare la strada di una persona, allora il tuo binario potrà essere anche lontano mille miglia, ma il ferrò potrà contorcersi, arrivare nello spazio come Galaxy Express, salire e scendere... fino a incontrarsi col binario della controparte.

    Un po' è il destino, un po' è la forza di volontà. Ma solo se ci si crede davvero, e solo se è giusto per noi.

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Miki se ci pensi, questa vita è proprio come una grande stazione, in cui noi aspettiamo sempre dei treni: ci sono treni che arrivano puntualmente, treni che passano veloci, treni che ritardano, treni che si fanno aspettare ...ci sono treni che viaggiano insieme, su binari che si incrociano, e treni che viaggiano vicini, su binari paralleli che non si incroceranno mai.

    sarà come dici tu, lo penso anche io...quale che sia la condizione e la motivazione, la cosa importante è prenderne consapevolezza.

    buonanotte!

    RispondiElimina
  3. Una volta feci lo stesso paragone.
    Forse avevo (creduto di aver) perso un treno.
    Però dissi che ero il padrone della stazione ferroviaria ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  4. ahahaha...bravo, è il giusto spirito per affrontare la vita. :-)

    è assurdo, ma ci sono treni che fanno dei giri complessi e poi ritornano...chiamiamolo Destino, Karma, Dio, Amore, ma è sempre un qualcosa a cui dobbiamo credere, se vogliamo andare avanti...

    RispondiElimina
  5. Non so come chiamarlo, ma è vero: anzi dai, più la strada è tortuosa, più c'è gusto nella riuscita. No pain no gain ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  6. ahahahahah ceeeeerto! :-) l'ottimismo è il profumo della vita!

    RispondiElimina
  7. Però c'è da dire che l'inculatura è sempre dietro l'angolo XD

    Moz-

    RispondiElimina
  8. Miki, insomma...deciditi!! No pain, no gain: senza il rischio non c'è gusto! ;-)

    RispondiElimina
  9. Aahaha,,, dico che l'ottimismo spesso rende ciechi e l'inculata è dietro l'angolo...
    Bisogna essere ottimisti ma coi piedi di piombo. Pensare bene ma sapere che, insomma, potrebbe anche non andare come vorremmo.
    Praticamente, farsi anche un Piano B :)

    Moz-

    RispondiElimina
  10. ah ho capito Miki: ottimisti ma coi piedi di piombo.....ossia "tutto e il contrario di tutto"!!!! XD

    Dici che è meglio farsi anche un Piano B??
    ahahahahaha per carità, io ho chiuso con queste cose....è vero si "dovrebbe" fare, in effetti è più comodo, ma non è indolore....no, io rifiuto e vado avanti! :-)

    RispondiElimina
  11. Il Piano B inteso come un "sapere che non per forza andrà come vorremmo, e quindi è meglio che sai che potrebbe esserci una direzione diversa" :)

    Moz-

    RispondiElimina
  12. ah certo, ma questo è un pensiero che non va mai tralasciato, essere sempre pronti a qualsiasi evenienza! ;-)

    RispondiElimina