Candle in the Wind

Candle in the Wind

03 feb 2013

Caro il mio Francesco...






Caro il mio Francesco, come vedi ti scrivo
e quando uno scrive deve avere un motivo
il mio è dirti che la tua "Avvelenata"
in questi giorni l'ho consumata

Risulta evidente quanto siam diversi
quanto son diversi i tempi del percorso
ma sono giorni in cui suona più vicina
tutta quella tua incazzatura

Sarà che anche qui
son le quattro del mattino
sarà che anche qui
l'angoscia e un po' di vino
sarà che non ci posso fare niente
se ora mi viene su il veleno

... e allora avanti un altro
e con quello che guadagni stai muto
avanti pure un altro
con quello che guadagni, sorridi nella foto

Caro il mio Francesco, questa lettera ti arriva
in un paese piccolo, lì sugli Appennini
ho capito forse come mai ci vivi
che tanto ci si sente soli

Ci si sente soli per quello che si è visto
e poi per tutti quelli che han fatto così presto
a montare su per fare un po' il tuo viaggio
giurando che per te davano un braccio

Parlavano di stile, di impegno e di valori
ma non appena hai smesso di essere utile per loro
eran già lontani, la lingua avvicinata a un altro culo

... e allora avanti un altro
almeno chiedi scusa del disturbo
avanti pure un altro
che se sei lì sarà perchè solo un po' più furbo

Caro il mio Francesco, che conosci un po' i colleghi
e forse non a caso vivi lì sugli Appennini
sai quaggiù ce n'è in qualche modo di tre tipi
bravi artisti, furbacchioni e topi

Il topo canta solo di quanto lui sia puro
e poi dà via la madre per stare sul giornale
ed è talmente "puro" che ti lancia merda
soltanto per un titolo più largo

E io che il mio disprezzo me lo tengo dentro
che il letamaio è colmo già pubblicamente
ma quei presunti "puri"
mi possono baciare queste chiappe allegramente

... e allora avanti un altro
e volevi la tua bici pedalare
avanti pure un altro
rispondere agli insulti è solo bassa promozione

Caro il mio Francesco, abbiamo tanti privilegi
ma tra questi certo non rientrano gli sfregi
di chi vuole parlare andando solo a braccio
di cose di cui non capisce un cazzo

Non so com'era allora
so un poco come è adesso
o sei il numero uno o sei il più grande cesso
e il tempo che ti danno è fino al ritornello
e tante volte neanche fino a quello

Non c'è peggiore sordo di chi non vuol sentire
tu pensa a chi non sente e poi ne vuol parlare
ma caro il mio Francesco, è già mattina
qui mi devo svegliare...

... e allora avanti un altro
ti passo il mio telefono, salutami la tipa
avanti pure un altro
convincila che sono il suo ragazzo per la vita

Caro il mio Francesco, è il momento dei saluti
ci avremmo riso sopra se ne avessimo parlato
lo so che non ha senso starsi a lamentare
di alcune conseguenze del mestiere

E so che mi son fatto "prendere la mano"
perché uno sfogo fa sbagliare spesso la misura
ma come ti dicevo son le quattro del mattino
l'angoscia e un po' di vino...


... e allora vado avanti a cantare della vita 
sempre e solamente per come io la vedo 
che la morte se la suona e se la canta 
chi non sa soffrire da solo

... e allora avanti un altro 

qualcuno che abbia voglia di ascoltare! 
avanti pure un altro 
qualcuno che abbia voglia di ballare! 
e allora avanti un altro 
qualcuno che abbia il tempo di ascoltare! 
avanti pure un altro 
qualcuno che abbia il tempo di ballare!



12 commenti:

  1. Una bellissima canzone, e l'avvelenata di Guccini è ancora più bella :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Avvelenata è bellissima, anche a me piace tanto!

      Oggi ho riascoltato questa canzone e - inavvertitamente - mi è venuto alla mente il discorso che facevamo ieri: le persone che ti sono amiche e poi un giorno ti si scagliano addosso per un titolo che hai in più!

      In ogni caso, vedendo questo video mi sono commossa quando il Liga ha omaggiato la grandezza di Guccini, un artista che è stato davvero sottovalutato e criticato... anche qui per invidia, direi!

      Elimina
    2. Guccini l'ho sempre apprezzato, ho anche diversi cd (mitico quello coi Nomadi), ed è davvero grande!
      Inoltre ha un gattone grigio :p

      P.s. per fortuna il valore di una persona non si misura ancora coi titoli che questa possiede. . .

      Moz-

      Elimina
    3. Non sapevo avesse un gattone grigio... è un grande uomo! :-)

      Beh per fortuna il valore di una persona non si misura da quello che guadagna, dalla laurea che ha o da ciò che possiede: le persone "di valore" sono quelle vere, sincere, altruiste, che credono in quello che fanno e lo fanno in silenzio ogni giorno, senza farsi "promozione"; quelle che non invidiano il prossimo, ma cercano sempre di migliorarsi.

      PS sì, sono pesante... pazienza!

      Elimina
  2. Preferisco Guccini a Ligabue che è un po' la copia sbiadita di Blasco.
    Ciao Rose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon giorno Gus!

      Ligabue in effetti non ha il sound ROCK di Vasco, ma a me piace tantissimo Luciano... però non sono d'accordo sulla cosa che sei AMI il Lifa DEVI ODIARE Vasco, per me sono due artisti diversi, che fanno musica diversa, e molti pezzi di Blasco sono bellissimi.

      Su Guccini non discuto: è uno dei pochi, veri artisti che ci sono rimasti in Italia... lui è una spanna sopra, ad entrambi.
      Effettivamente, mi sembri più il tipo che ascolta Guccini, che Ligabue... :-)

      Elimina
  3. Vasco non è considerabile, proprio per principio.
    Non esiste.
    Il sound rock che ha (aveva! ora pare piano bar!) non è supportato da testi altrettanto graffianti. E' come se si mettesse la chitarra degli Iron Maiden su testi dei Gazosa.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte

    1. In effetti con l'età Vasco si è ammorbidito molto... :-)

      Elimina
  4. Che bellissima canzone... mi piace Ligabue...
    Ho potuto concludere bene lunedì un po' faticoso, grazie!

    Da noi in questi giorni le temperature sono salite e sto godendo di questa tregua come mi hai scritto! E da voi?

    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Titti che ore sono a Kyoto? sarà già notte, penso...

      Anche qui il freddo pungente ci ha dato un pò di tregua, ma il sole va e viene, le temperature sono molto instabili ed io ho di nuovo mal di gola e temo che mi tornerà il raffreddore!

      Mi sembra che il clima siciliano stia diventando sempre più africano... mannaggia!
      Io che come te amo le temperature sopra i 25 gradi, soffro molto l'inverno e non esco fuori, di sera, da qualche settimana... :-)

      A presto Titti, riposati dopo il Setsubun!

      Elimina
  5. Noto una punta di amarezza e di... non rabbia, direi... concitazione nella scelta di questa canzone e anche se non so cosa sia accaduto, noi siamo combattenti, no? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì piccola, come sempre ci vedi bene... certo, noi siamo sempre combattenti, non ci arrendiamo per il semplice fatto che ci è inconcepibile farlo; solo che, quando a deluderti sono le persone che vuoi bene... ci resti abbastanza male, no? ;-)

      Andiamo avanti, che è meglio... ti abbraccio

      Elimina