Candle in the Wind

Candle in the Wind

01 ott 2011

Poema della Fede profonda

La Via Suprema non è difficile
se solo rifiuti di preferire.
Senza attrazione o repulsione,
comprenderai chiaramente.

Basta lo spessore di un capello,
e ne sei lontano come il Cielo dalla Terra.
Se desideri che si riveli,
non essere pro o contro.

Il dissidio tra pro e contro
è la malattia della mente.
Senza riconoscere il misterioso principio
praticare la quiete è inutile.

La Via è perfetta, un ampio spazio,
senza difetto, senza eccesso.
Poiché afferri o rifiuti,
non la puoi realizzare.

Non inseguire l'esistenza condizionata,
non attaccarti al vuoto.
Nell'unità e nell'uguaglianza
la confusione svanisce da sè.

Parlare e ragionare troppo
impedisce di armonizzarsi con la Via.
Smetti di parlare, di ragionare,
e nulla sarà incomprensibile.

Torna alla radice e realizza il principio.
Insegui la chiarezza e la perderai.
Non è necessario cercare il vero,
basta eliminare le opinioni.

Non dimorare in pensieri dualistici,
evita di seguirli.
Finché esistono giusto e sbagliato,
la mente è frammentata e persa.

La grande Via è ampia,
né facile né difficile.
Con piccole idee sorgono timori;
più hai fretta, più ritardi.

Se ti attacchi a questo perderai la misura
La mente imboccherà una via sbagliata
lascia la presa e sii spontaneo,
senza andare e senza stare.

ln armonia con la tua natura, unito alla Via,
vaga tranquillo, senza impedimenti.
Avvinto dai pensieri, ti allontani dal reale.
Cadere nel torpore è altrettanto negativo.

Non è bene affaticare lo spirito.
Perche' oscillare tra avversione e attaccamento?
Se desideri penetrare l'unico veicolo
non rifiutare il regno dei sensi.

Un sogno, un 'illusione, una folgore nel cielo:
come può valere la pena di afferrarli?
Guadagno e perdita, giusto e sbagliato:
abbandonali tutti all'istante!

Se gli occhi non si chiudono per il sonno,
tutti i sogni svaniscono da soli
Se la mente non discrimina,
tutti i fenomeni appartengono all'unica essenza.

Il mistero dell'unica essenza è profondo,
immoto, le cose condizionate dimenticate.
Contempla l'identità di tutti i fenomeni,
e tornerai all'essenza delle cose.

Nell'assoluto, nell'infinito
non esistono regole nè misure.
Sviluppa una mente equanime,
e tutte le azioni si acquieteranno.

Uno è tutto,
tutto è uno.
Se può essere così,
perche preoccuparsi dell'incompletezza?

Fede e Mente non sono due.
La non dualità è Fede nella Mente.
Il sentiero delle parole è finito:
Non c'è passato, nè futuro, nè presente.

 
Hsin Hsin Ming, IV sec. d. C.

Nessun commento:

Posta un commento